Due Parole

A sole due ore di aereo da Milano, poco meno da Verona, Bologna o da Roma, quatro ore di traghetto da Brindisi: l’Albania è vicina…eppure sconosciuta…

Solo di recente frequentata dai turisti ed in alcune zone rimasta ancora quasi inesplorata, l’Albania saprà piacevolmente sorprendere gli ospiti che decideranno di visitarla offrendo un incredibile salto nel tempo e nello spazio.
La costa jonica, a sud di Valona, è fatta di montagne a picco sul mare, spiagge chilometriche e mare trasparente. Si possono incontrare piccoli paesi medievali arroccati sulla montagna, dove il tempo sembra essersi fermato all’inizio del novecento, oppure i siti archeologici con i resti delle molte civiltà che si sono succedute sulla costa jonica, dagli illiri, ai greci, ai primi cristiani che costruivano basiliche ricoperte da mosaici. Ci sono le città storiche: da Berat, la città dalle mille finestre, a Gjirokastra, patria di Enver Hoxa ma anche dello scrittore Ismail Kadarè, con le sue strade strette e una moschea del settecento, fino a Scutari sul lago omonimo al confine con il Montenegro, una delle città più importanti e ricche di storia con la fortezza che ha più di duemila anni, ultima residenza di uno dei re illirici.
“l’Albania rimane l’ultimo segreto da svelare in Europa”.Berati. Quartiere Mangalemi